Esprimi il tuo parere...

Galleria Fotografica

Ambienti

ambienti

clicca l'immagine per vedere l'album

vedi anche Spazi Verdi

Banner
Uscite d'istruzione
Stampa

pronline

Di seguito le norme che regolano le uscite d'istruzione (estratto dal Regolamento di istituto)


Art. 49– Partecipazione

    Le uscite sono parte integrante della programmazione didattica per cui tutti gli alunni sono tenuti a parteciparvi; tuttavia, in presenza di motivazioni valide, si autorizza l’uscita o il viaggio con l’adesione di quattro quinti della scolaresca. Essendo quindi attività educative e didattiche a tutti gli effetti, anche se vissute in un contesto ambientale diverso da quello consueto, valgono gli stessi principi di rispetto delle cose e delle persone che sono alla base di ogni momento scolastico. Si prevedono interventi specifici di sostegno economico per garantire agli alunni di famiglie in difficoltà la partecipazione alle uscite didattiche e ai viaggi di istruzione, sulla base delle segnalazioni scritte del docente coordinatore di classe.

Art. 50 ­Destinazione

    Le uscite devono essere coerenti con gli obiettivi didattici e formativi propri dell’ordine di scuola di riferimento e delle singole classi. Si consigliano mete:
- raggiungibili in breve tempo
- nel territorio circostante per la scuola dell’infanzia e per i primi anni della scuola primaria;
- in ambito regionale o nazionale per tutte le altre classi, avendo cura di evitare lunghe permanenze sui mezzi di trasporto.

Art. 51– Costi e Rimborsi

    Premesso che non possono essere chieste alle famiglie quote di rilevante entità, ogni anno viene concordata dal Consiglio di Istituto una spesa pro­capite, comprensiva delle iniziative culturali. La possibilità di effettuare viaggi di due o più giorni sarà vagliata di volta in volta. Per quanto riguarda l’aspetto finanziario si ricorda che la gestione dei fondi deve essere fatta tramite fatturazione dell’agenzia verso la scuola. Pertanto è necessario che tutti i costi siano documentabili e fatturabili. Le piccole spese di carattere individuale devono essere scorporate dalla quota complessiva e sono considerate a carico del singolo alunno al momento del pagamento.
    In caso di mancata partecipazione al viaggio di istruzione da parte dell’alunno per malattia improvvisa, certificata da documentazione medica con data antecedente o contemporanea al giorno programmato di partenza, all’alunno assicurato verrà rimborsata la spesa sostenuta, secondo le condizioni di polizza, dalla compagnia assicurativa di riferimento. In nessun caso i rimborsi potranno essere effettuati dalla scuola stessa.

Art. 52  ­ Accompagnatori


    Si prevede la presenza di un accompagnatore per ogni gruppo di n.15 alunni. Per le uscite nel territorio di breve durata è consentita la presenza di un solo docente per classe. L’assunzione di responsabilità è sottoscritta dai docenti coinvolti (art.61 della Legge 11.07.80 n. 312).